L’ansia

“Non sorridiamo perché qualcosa di buono è successo, ma qualcosa di buono succederà perché sorridiamo” Proverbio giapponese


attacchi di panicoATTACCHI DI PANICO
: intensa paura di vivere attacchi di ansia-panico durante i quali si ha paura di poter morire, perdere il controllo o impazzire.

AGORAFOBIA: forte ansia e preoccupazione che si presenta quando ci si trova in luoghi o situazioni dalle quali può essere difficile, o imbarazzante, allontanarsi (es. in coda alla cassa del supermercato) o nelle quali si pensa sarebbe difficile ricevere aiuto in caso di attacco di panico.

 

agorafobiaFOBIE: paura eccessiva, irragionevole, marcata, persistente provocata dalla presenza o dall’attesa di un oggetto o una situazione specifica (ad esempio: animali, sangue, ponti, aereo, altezze).

FOBIA SOCIALE: paura persistente ed intensa di situazioni sociali o di performance in cui la persona si sente esposta al giudizio degli altri.

 

fobieANSIA GENERALIZZATA: ansia e preoccupazioni eccessive, spesso anticipatorie, che riguardano numerose attività o eventi che dovrà sostenere. La persona tende a rimuginare, la maggior parte del tempo, sui possibili esiti negativi in maniera ripetitiva.

IPOCONDRIA: ansia per la salute in cui si manifestano forti preoccupazioni legate al timore o alla convinzione di avere una grave malattia. La preoccupazione si basa su un’interpretazione errata delle proprie sensazioni corporee e persiste nonostante le rassicurazioni dei medici.

 

fobia socialeOSSESSIONI E COMPULSIONI: ansia legata a pensieri, impulsi o immagini ricorrenti, che la persona interpreta come intrusivi e inappropriati, che si accompagnano a comportamenti o azioni mentali ripetitive.

La terapia cognitiva – comportamentale si è rilevata, sulla base delle ricerche scientifiche di efficacia, uno dei trattamenti più validi per la cura dei disturbi d’ansia.

 

Cosa prevede la terapia?

  • terapia ansiaRicostruzione della storia del disturbo attraverso l’analisi dei primi episodi e la descrizione dettagliata della sintomatologia attuale.
  • Formulazione dello schema di funzionamento del disturbo (individuazione dei fattori di insorgenza, di mantenimento e i circoli viziosi partendo dall’analisi dei recenti episodi d’ansia).
  • Psicoeducazione ovvero fornire informazioni sul disturbo e le sue possibili manifestazioni.
  • Insegnamento di tecniche per la gestione dei sintomi ansiosi ( leggi anche l’articolo “Tecniche di rilassamento”)
  • Individuazione dei pensieri disfunzionali alla base del disturbo (es. i pensieri catastrofici) e ricerca di pensieri alternativi più adeguati.
  • Graduale esposizione  ai pensieri ed agli stimoli temuti ed evitati.

 

La Dottoressa Luisa De Angelis è psicologa e psicoterapeuta cognitivo-comportamentale. Presso il suo studio è possibile effettuare consulenze psicologiche e psicoterapie rivolte ad adulti, coppie ed adolescenti. I suoi ambiti di intervento principali sono:

- i disturbi d'ansia;
- i disturbi del comportamento alimentare e l'obesità;
- la depressione;
- il supporto alla genitorialità e alla coppia.