L’alimentazione

ANORESSIA – BULIMIA – BINGE

Chi soffre di un disturbo alimentare sperimenta delle difficoltà nel rapportarsi con il cibo e con il proprio corpo. La valutazione di sé è centrata principalmente, o esclusivamente, sul PESO e sulla FORMA del proprio CORPO e sulla propria capacità di controllarli.

Se hai un disturbo alimentare :

  • Sei molto preoccupato del tuo peso.
  • Ti pesi frequentemente o al contrario eviti di pesarti per allontanare la preoccupazione, ma questa rimane.
  • Controlli e scruti le zone del tuo corpo che non ti piacciono o, al contrario, eviti di guardarti perché ti valuti grasso e disgustoso.
  • Confronti il tuo corpo con quello degli altri e da questo trai conferma di non essere attraente.
  • Hai un’intensa paura di ingrassare.
  • Ti sottoponi a diete e cerchi di limitare la quantità di cibo ingerita.
  • Hai difficoltà di concentrazione dovute alle costanti preoccupazioni sul cibo
  • Ti sottoponi ad esercizi fisici eccessivi
  • Ti abbuffi. L’abbuffata è un episodio di alimentazione in cui viene ingerita una grande quantità di cibo e si sperimenta un senso di perdita di controllo.
  • Metti in atto comportamenti eliminativi ( vomito auto- indotto, uso eccessivo di lassativi o diuretici).

Lterapia alimentazionea terapia

  • Mira a modificare l’idea che il peso e le forme del corpo siano l’unico fattore su cui misurare il proprio valore personale.
  • Individua i fattori di mantenimento (perfezionismo, bassa autostima, comportamenti disfunzionali, intolleranza delle emozioni etc.) del problema alimentare e aiuta a utilizzare delle strategie alternative più adeguate e soddisfacenti .
  • E’ finalizzata a normalizzare il peso.
  • Identifica e aiuta a modificare alcune modalità di pensiero problematiche su di sé e sugli altri.
La Dottoressa Luisa De Angelis è psicologa e psicoterapeuta cognitivo-comportamentale. Presso il suo studio è possibile effettuare consulenze psicologiche e psicoterapie rivolte ad adulti, coppie ed adolescenti. I suoi ambiti di intervento principali sono:

- i disturbi d'ansia;
- i disturbi del comportamento alimentare e l'obesità;
- la depressione;
- il supporto alla genitorialità e alla coppia.